martedì 21 ottobre 2014

I mobili

Costruire i mobili mi è sempre piaciuto. All'inizio, data la difficoltà di reperire le tavolette di noce o di obeche, più facilmente lavorabile e personalizzabile, utilizzavo il compensato e la balsa ma del primo non sopportavo il fatto di intravedere gli strati del legno, non sempre mascherabili, del secondo mi infastidiva la "leggerezza" quasi di legno finto.
In realtà i risultati mi hanno sempre soddisfatta come il mobiletto che vi mostro, miniaturizzazione di uno realmente esistente in scala 1:1 a casa di mia zia!



Il "marmo" del ripiano è in Fimo: miscelando i vari colori si ottengono delle venature abbastanza realistiche. I pannelli delle ante sono stati ottenuti con la sovrapposizione di strati sottilissmi di legno regalati da un amico ebanista. Le colonnine (all'epoca ero completamente all'oscuro dell'esistenza di pezzi torniti già pronti) sono state assemblate con sezioni di spiedini in legno e le classiche colonnine delle navi facilmente reperibili nei negozi di modellismo. Insomma, un lavoraccio ma tanta soddisfazione!
 


 
 
Il tutto chiaramente dipinto con mordente color noce e passato con cera.


5 commenti:

  1. Bellissimo il mobiletto, molto realistico....e sei stata brava a fare i pannelli...continua così!

    RispondiElimina
  2. Bravissima!! Io con il legno sono negata....sigh!

    RispondiElimina
  3. Mi piace un sacco il ripiano di marmo in fimo, te l'ho già detto, davvero interessante!

    RispondiElimina